Dove sono i bei momenti?

ARTICLE PAGE

Sono troppo sfortunata io >皿<

Tre giorni fa i nostri risultati di CELI del marzo scorso sono spediti alla scuola.
Quando dormivo sulla metropolitana Mariangela mi ha telefonato di scatto. Grazie a lei non ho perso la mia fermata. Lei ha detto che tutti gli studenti che erano partecipati al B2 siano annientati e mi ha chiesto il numero di Gianluigi. "Voglio farlo passare una notte insonne come me!" Al quello momento potevo ancora ridere.
Dopo che sono ritornata a casa, ho cercato subito il mio risultato sul sito. Il giorno scorso ho appena ricevuto l'email da Polimi per affrettarmi a rifornire il certificato di conoscenza della lingua italiana. Però, quando sono entrata nel sistema, nel modulo del mio documento si scriveva una parola ASSENTE. All'istante mi sono imbrogliata. Comunque ho provato di nuovo e non ha mai funzionato, il risultato era lo stesso. Non sapevo cos'è successo e ho cercato a telefonare ad Antonio. Non ha già saputo di superare con una classe di B. Anche lui ha provato molte volte per verificare il mio risultato ma era ancora ASSENTE.
Esattamente sono partecipata all'esame il 5 marzo, prima del comincio io e Gigi ci siamo incontrati in aula ed abbiamo chattato del corso di C1. Ed io sono rimasta in scuola fino alle 5 per guardare le questioni dell'esame orale di B2. Se la situazione fosse stata un'altra, per esempio, il mio foglio di esame fosse stato perso oppure io avessi dimenticato di firmare sul foglio, ci dovrebbe essere almeno la parte del risultato dell'esame orale. Non è possibile che tutte le tue parte siano Assente.
Era la seconda volta che ci sia un problema ignoto del mio esame.
Non osava a immaginare una situazione ottimistica perchè sono sempre sfortunata io.
Quindi ho telefonato a Gigi per sfogare il nostro malcontento. Mi ha chiesto perchè tutti noi ancora ridevamo ma non potevamo piangere. Gli ho risposto che il motivo fosse tutti noi siamo già vecchi.
Non ho dormito per una ben serata. Ho riguardato persistentemente le partite di Gran Premio del 2007 perchè all'inzio avevo decido che il giorno prossimo avrei presentato la Formula 1 in classe. Però non ero completamente di un buon umore per prepararla. Ti ricordi ancora l'incidente di R Kubica in Canada? Lui è girato per più di due gire in aria con una velocità di 280 Km/h ma era molto fortunato, solo si è ferito leggero sulla caviglia. Un altro piloto, J Trulli, non era così fortunato. Si è scagliato contro il muro quando tutte le auto seguivano la Safety Car con una velocità bassissima. Nessuno sapeva come fosse succeso questo. Come la mia situazione.
La mattina prossima sono andata a scuola molto presto. Volevo chiedere all'ufficio se fosse qualche errore del mio risultato e se ci fosse una possibilità di rimediare. Ho deciso una cosa sul serio. Se non potessi trovare un mezzo di rimediare, combierei il paese e preparerei il JLPT N3 nel Dicembre. Ma quando sono entrata in ufficio e le ho chiesto che il mio risultato era Assente, la segretaria ha detto che io ho superato l'esame. Quindi abbiamo trovato i dati di prima mano che sono stati spedito da Perugia sul computer principale. Il mio risultato era A, significava di altissima classe. Però per gli studenti assenti c'era un A in un altro quadretto del modulo, quindi loro hanno sbagliato le due parole A e pensava che io non fossi partecipata all'esame.

Tutto era un malinteso, oppure una farsa. Però io ero preoccupata da morire e non ho dormito per tutta la serata! Se non ottenessi il cerificato di B1, non potrei fare la pre-iscrizione all'ambasciata! Anche se mi hanno chiesto scusa, mi sono sentita ansiosa per tutta la serata!
Che cazzo questo!
E in classe cadevo dal sonno e non potevo presentare bene dimenticando tantissime parole. Grazie a Gigi che mi ha comprato una scatoletta di RedBull, ho persistito fino al fine della classe. Anche Antonio, dopo che la segretaria ha corretto l'errore sul internet, mi ha telefonato per confortarmi.

Nel giugno prossimo ci saranno due esami di B2. Non è necessario di parteciparlo per un corso di magistrale, ma devo provare o no? Dire la verità, non voglio replicare un processo come così. Prossima volta chi sa cosa succederà?

0 Comments

Leave a comment